OCALAN: D'ALEMA, SINISTRA EUROPEA CHIEDE IMPEGNO PROCESSO EQUO
OCALAN: D'ALEMA, SINISTRA EUROPEA CHIEDE IMPEGNO PROCESSO EQUO
INTEGRAZIONE DELLA TURCHIA LEGATA A RISPETTO PRINCIPI DI DIRITTO

Roma, 2l mar. (Adnkronos) - ''Nel congresso del Pse abbiamo chiesto l'impegno di tutta l'Europa, non solo della sinistra, per un processo equo e rispettoso dei diritti umani al leader del Pkk Abdullah Ocalan. Il rispetto dei principi democratici e di diritto infatti e' la condizione essenziale che poniamo alla Turchia perche' possa integrarsi in Europa, come io auspico...''. E' quanto ha dichiarato questa mattina ai microfoni di 'Radio anch'io', il presidente del Consiglio Massimo D'Alema sulla vicenda Ocalan.

Il premier ha rilanciato la proposta di una conferenza internazionale, perche' appunto il rispetto dei principi democratici di diritto costituisce ''la condizione essenziale affinche' la Turchia possa integrarsi in Europa. Noi siamo in grado di offrire alla Turchia una prospettiva importante di integrazione in Europa, e di chiedere, con eguale fermezza, che si adegui ai principi che l'Europa ha fissato come non derogabili della propria identita'''.

Secondo il presidente del Consiglio pero' una conferenza internazionale sulla questione curda ''puo' essere risolutiva solo se la Turchia vi partecipera', perche se dovesse essere concepita in chiave polemica nei confronti della Turchia, non risolverebbe i problemi e potrebbe essere controproducente''. D'Alema ha poi osservato che ora e' ''il momento meno favorevole'' per gli sviluppi positivi della vicenda Ocalan dal momento che in Turchia sono in piena campagna elettorale. Ma ''continueremo a porre questa esigenza nella speranza che, dopo le elezioni, un governo stabile possa con maggiore coraggio promuovere le aperture necessarie''.

D'Alema ha infine sottolineato che per la sinistra l'obiettivo di uno stato curdo sarebbe ''in questo momento non realistico'' e causerebbe ''soltanto una insostenibile tensione''.

(Vam/Gs/Adnkronos)