OCCUPAZIONE: D'ALEMA, SFIDA PER NUOVO MODELLO SVILUPPO (2)
OCCUPAZIONE: D'ALEMA, SFIDA PER NUOVO MODELLO SVILUPPO (2)

(Adnkronos) - D'Alema parla delle ''sfide di enorme portata'' che deve affrontare la sinistra europea. ''Dobbiamo promuovere lo sviluppo e il lavoro, regolare la globalizzazione dell'economia e favorire il flusso dei benefici verso i molti che sono esclusi, non soltanto verso una ristretta oligarchia di speculatori. Deve operare sulla scena mondiale una identita' europea che si integri in una volonta' e in un'azione comune per far crescere la sicurezza, i diritti umani, la pace, la responsabilita'''.

D'Alema afferma che l'Europa, nella sua storia, ''ha prodotto un 'mondo politico' fondato su stati nazionali, istituzioni, partiti, regole. E un 'mondo morale' fatto di culture, arti, intelligenze, talenti''. E parla, di nuovo, di ''sfida'': la necessita' di ''rinnovare quella civilta' in una situazione dove le regole sono mutate e' nulla e' piu' come prima. Io avverto il rischio -spiega il premier- che il 'mondo politico' e quello 'morale' possano divergere, perdere il contatto che li ha saldati. Perche' lo stato nazionale riduce le sue possibilita' e la sua funzione, perche' i partiti che c'erano prima non bastano piu', perche' quelle regole non sono piu' sufficienti. Noi dobbiamo dare una risposta a tutto questo, dotando l'Europa di istituzioni, soggetti politici, regole in grado di governare tutto cio', oppure mancheremo all'appuntamento decisivo con la nostra storia''.

''Noi -dice D'Alema- siamo pronti a far sentire la voce dell'Europa dei socialisti nei prossimi decisivi appuntamenti internazionali. Noi con coraggio puntiamo sull'Europa''.

(Rgg/As/Adnkronos)