OCCUPAZIONE: D'ALEMA, SFIDA PER NUOVO MODELLO SVILUPPO
OCCUPAZIONE: D'ALEMA, SFIDA PER NUOVO MODELLO SVILUPPO

Milano, 2 mar. (Adnkronos) - Pensare un nuovo modello di sviluppo, nuove forme di lavoro. ''Creare nuove occupazioni significa innovare con coraggio le politiche seguite finora''. E' questa, per Massimo D'Alema, ''la sfida affascinante'' che sta di fronte alla sinistra europea. Il presidente del Consiglio interviene in chiusura delle prime due giornate del congresso del Pse a Milano. Ed indica ai partiti socialisti e socialdemocratici europei ''la nuova missione'': ''costruire una Europa politicamente piu' solida, economicamente piu' forte, socialmente piu' giusta''.

Per affrontare il problema della disoccupazione, il premier avverte che non ci si puo' piu' ''limitare a riprodurre ricette del passato''. ''Sarebbe come arrendersi'', dice D'Alema. ''Fordismo e keinesismo -aggiunge- sono termini che hanno originato strategie in larga misura inadeguate a risolvere oggi i nostri problemi''. La sinistra, spiega il presidente del Consiglio, deve giocare le sue chances puntando su quella che definisce ''l'idea della qualita'''. ''La possibilita' di accompagnare sempre all'espressione 'quanto' l'espressione 'come'. Quanto produrre e quanto consumare -afferma- ma anche come vivere, come aiutare chi non ha''.

Il premier indica la ''nuova dimensione della concertazione. Dietro l'espressione 'patto sociale' -prosegue- c'e' l'idea di una partecipazione del mondo economico, degli intellettuali, della societa' organizzata, alla costruzione dell'Europa politica e sociale. Questa, oggi, e' la dimensione del riformismo''. D'Alema e' convinto che la sinistra ha fatto ''rapidamente grandi passi in avanti. Io sono ottimista. Il patto per il lavoro che abbiamo proposto e' un progetto reale, non e' un manifesto di propaganda. E siamo convinti che non ci sara' nuova occupazione senza riforme strutturali. Ma siamo anche convinti che, senza una politica di sviluppo, di crescita, di bassi tassi di interesse, di investimenti, difficilmente le riforme da sole creeranno lavoro''. (segue)

(Rgg/As/Adnkronos)