PATTO SOCIALE: COFFERATI, PRIMA COLLEGATO POI NOMINA PRESIDENTE
PATTO SOCIALE: COFFERATI, PRIMA COLLEGATO POI NOMINA PRESIDENTE
I TEMPI TECNICI CI SONO, SERVE VOLONTA' POLITICA

Milano 2 mar. (Adnkronos) - ''E' necessario che il Parlamento programmi il varo del collegato alla Finanziaria prima dell'elezione del Capo dello Stato''. Lo afferma il segretario generale della Cgil, Sergio Cofferati, sottolineando che in quei giorni i lavori parlamentari verranno sospesi e ''non avere disponibili gli strumenti che servono per dare concretezza al patto sarebbe un danno. Ci sono i tempi tecnici per farlo -avverte- ci vuole la volonta' politica''. Ribadendo che concentrare molte risorse nel '99 ''puo' essere la strada giusta per aiutare una ripresa della crescita piu' consistente'', Cofferati invita ad ''attuare le politiche previste e a non abbandonarsi al fatalismo''.

In questi primi mesi, a giudizio di Cofferati e' necessario ''liberare le risorse del collegato, tra le quali la norma per le politiche formative del governo, la valorizzazione delle risorse professionali, la semplificazione delle procedure degli investimenti pubblici e privati. Queste risorse -sottolinea- ci sono gia'. Il problema e' che spesso questi investimenti vengono fatti in tempi eccessivamente lunghi per il peso della burocrazia''. Inoltre, ''quello che il governo puo' fare e' varare, con un atto amministrativo, un provvedimento del Cipe con le norme che servono per finanziare patti territoriali e contratti d'area''. Secondo Cofferati, ''e' difficile fare un calcolo'' sui soldi disponibili, anche perche' ''ci sono i residui passati. ma l'ordine di grandezza e' tra i 2, 3 mila mld''.

(Rgg/Pe/Adnkronos)