PSE: D'ALEMA, SENZA SINISTRA EUROPA PIU' DEBOLE
PSE: D'ALEMA, SENZA SINISTRA EUROPA PIU' DEBOLE
POPOLARI E DESTRA NON HANNO UNICA VOCE E UNICO PROGETTO

Milano, 2 mar. - (Adnkronos) - Massimo D'alema, di fronte alla platea dei delegati del Pse, rivendica il ruolo della sinistra per l'Europa. Il presidente del Consiglio prende la parola in chiusura del IV congresso del partito del socialismo europeo. E afferma che non ci sono altre forze, ne' i Popolari, ne' la destra, ad avere ''una sola voce e un solo progetto'' per la nuova Europa politica e sociale.

''Noi siamo aperti verso gli altri -dice il premier- ma in questo momento abbiamo il dovere di essere giusti verso noi stessi. Senza questa sinistra, l'Europa sarebbe piu' debole. Senza questa sinistra, radicata in tutte le realta' nazionali, ma anche capace di riconoscersi negli stessi valori ed ideali, l'Europa sarebbe meno unita. A me non pare che ci siano altre forze in grado di presentarsi ad un appuntamento cosi' importante con una sola voce e un solo progetto. Il popolarismo appare sempre piu' radicalmente diviso tra un'anima di centro-sinistra e un'altra francamente conservatrice, sempre piu' aspramente contrapposte tra loro''.

A giudizio di D'Alema, inoltre, ''la destra si presenta o prigioniera di una visione nazionalistica, che e' sostanzialmente indifferente se non ostile verso la crescita della dimensione politica europea, oppure portatrice di un liberismo estremo che in sostanza non comprende la necessita' di una visione politica della globalizzazione. Cosi' facendo, presta il fianco al riemergere di una visione antipolitica dei processi in atto: la' dove la politica perde voce, strumenti, progetto -avverte D'Alema- si affermano altri poteri, meno vincolati al consenso e alle regole della democrazia. E questo e' uno scenari pericoloso''. Ecco perche' c'e' la necessita' della ''sinistra''. ''Il socialismo e' l'anima politica e e' il cuore dell'Europa'' ribadisce. (segue)

(Rgg/Zn/Adnkronos)