CUBA: FNSI, 'INVOLUZIONE INACCETTABILE'
CUBA: FNSI, 'INVOLUZIONE INACCETTABILE'

Roma, 18 mar. (Adnkronos)- Le pesanti pene detentive inflitte ai quattro oppositori cubani del Gruppo di lavoro della dissidenza interna (Gtdi) ''segnalano una involuzione inaccettabile e destano profonda delusione'' rispetto alle attese che il presidente Fidel Castro ''aveva fatto nascere nei suoi incontri con il Papa''. Lo denuncia la Federazione nazionale della stampa italiana (Fnsi), stigmatizzando anche i recenti fermi di polizia contro i giornalisti cubani e le minaccie ai corrispondenti della stampa estera.

La Fnsi rileva che ''le gravissime violazioni perpetrate contro la liberta' di stampa ed i diritti umani'', oggetto di denunce anche da parte di ''Reporters sans frontieres'' (Rsf), ''allontanano il regime di Cuba da quella finestra di dialogo e di cambiamento che pure era sembrata aprirsi''.

La Fnsi esprime quindi l'auspicio ''che le autorita' cubane abbandonino definitivamente e risolutamente la via della repressione e della intolleranza, consentendo quella evoluzione democratica e quel riconoscimento dei diritti civili e politici che costituiscono l'unica strada possibile alla fine dell'isolamento della nazione cubana e all'avvio di una nuova fase di relazioni internazionali ad ogni livello''.

(Ses/Gs/Adnkronos)