KOSOVO: ALBRIGHT, LA RESPONSABILITA' E' DI BELGRADO
KOSOVO: ALBRIGHT, LA RESPONSABILITA' E' DI BELGRADO

Washington, 18 mar. - (Adnkronos) - Dopo la firma unilaterale del piano di pace di Rambouillet ad opera della delegazione albanese ai negoziati per il Kosovo, il segretario di Stato americano Madeleine Albright ha lanciato un nuovo duro monito a Belgrado. ''Il segretario alla Difesa William Cohen, il Consigliere per la sicurezza nazionale Sandy Berger ed io abbiamo informato il Congresso sulle nostre opzioni'', ha detto a Washington la Albright, che ha anche elogiato ''il coraggio e la lungimiranza'' mostrata dagli albanesi con il loro ''impegno a lavorare insieme alla comunita' internazionale per una soluzione pacifica e un futuro di democrazia in Kosovo''. Invece, ha continuato il segretario di Stato, ''malauguratamente i serbi hanno fatto marcia indietro, respingendo il documento militare e riaprendo questioni sul documento politico che erano state precedentemente risolte'' a Rambouillet.

''Non vi e' alcuna indicazione che firmeranno -ha sottolineato la Albright- Gli albanesi hanno detto si' e loro hanno detto no''. Il capo della diplomazia di Washington ha anche condannato l'invio di rinforzi militari serbi in Kosovo e la recrudescenza delle ''aggressioni'' di Belgrado nella provincia. ''La responsabilita' sara' solo dei serbi -ha ammonito la Albright, che, a conferma della gravita' della situazione, non ha risposto alle domande dei giornalisti- Saremo pronti ad adottare le misure necessarie''.

(Ses/Zn/Adnkronos)