M.O.: RIUNIONE DI AMBASCIATORI NELLA GERUSALEMME PALESTINESE
M.O.: RIUNIONE DI AMBASCIATORI NELLA GERUSALEMME PALESTINESE
CONTRO IL VETO ISRAELIANO AI CONTATTI DIPLOMATICI NELLA CITTA'

Gerusalemme, 18 mar. (Adnkronos/dpa)- Tutti i rappresentanti delle ambasciate straniere presenti in Israele sono stati ricevuti oggi nella Casa d'Oriente di Gerusalemme, sede di rappresentanza politica dell'Autorita' Palestinese. L'iniziativa, che suona provocatoria -dopo il veto posto dallo stato ebraico ai contatti diplomatici con gli arabi nella citta' che ha eletto a propria capitale - era in programma da tempo. Almeno, secondo quanto ha tenuto a sottolineare Faisal Husseini, membro del comitato esecutivo dell'Olp e rappresentante di piu' alto rango dell'ufficio di Gerusalemme.

''Si e' trattato -ha spiegato l'esponente palestinese- di un meeting di ordinaria amministrazione. E non di una risposta alla presa di posizione israeliana''. Il riferimento era al briefing dei diplomatici indetto ieri dal ministro degli esteri di Tel Aviv, Ariel Sharon, per ribadire ai rappresentanti stranieri, in particolare dell'Unione Europea con i quali e' in corso a riguardo un contenzioso, che Israele non riconosce le risoluzioni Onu sullo status di Gerusalemme, che Gerusalemme per gli ebrei e' l'unica e indivisibile capitale da tre mila anni e che il governo di Benyamin Netanyahu e' contrario al fatto che in essa abbiano luogo scambi diplomatici con i palestinesi. (segue)

(Iac/Zn/Adnkronos)