POETI: FOSCOLO SEGRETO - FLORIANA, UNA ''NINFETTA'' PER FIGLIA
POETI: FOSCOLO SEGRETO - FLORIANA, UNA ''NINFETTA'' PER FIGLIA
UNA RICERCA SULL'EPISTOLARIO FA EMERGERE DUBBI SULLA PATERNITA'

Roma, 23 mar. (Adnkronos) - La misteriosa figlia di Ugo Foscolo, la ''little Mary'' da lui ribattezzata Floriana, sarebbe stata in realta' adottiva, presa ''in consegna'' durante il suo soggiorno a Londra, dove si era rifugiato in esilio dopo il 1816. Le sarebbe stata affidata dalla nonna, che aveva trovato nel poeta veneziano la persona adatta per istruire la nipotina orfana dei genitori. Ma su Floriana grava un'altra ombra: tra gli amici italiani dell'autore dei ''Sepolcri'' correva voce che fosse una ''ninfetta'' che lui faceva passare per figlia.

A riaprire uno dei capitoli piu' oscuri dell'esistenza foscoliana e' il professor Mario Scotti, docente di storia della letteratura italiana all'universita' ''La Sapienza'' di Roma e curatore degli ultimi volumi dell'epistolario del poeta dell'edizione nazionale delle opere di Foscolo, pubblicate da Le Monnier. E proprio verificando tutte la corrispondenza, compresi testi inediti, sono emersi i sospetti di Scotti, che sta preparando una nuova biografia ricca di sorprese sull'autore delle ''Ultime lettere di Jacopo Ortis''.

La figliolanza tra ''Little Mary'' e Foscolo, che sarebbe vissuta presso di lui almeno dal 1822, fu accreditata dalla studiosa britannica Margarethe Wicks in un libro del 1937. Per Scotti si tratta solo di ''congetture sottili -ha spiegato all'Adnkronos- mentre mancano documenti precisi e probanti al riguardo''. Foscolo e' sfuggente sull'argomento e nel suo sterminato epistolario una sola lettera (gennaio 1826) fa un cenno diretto alla presunta figlia Floriana, che i biografi ritengono nata nel 1805 in Francia dalla relazione con la nobildonna inglese Fanny Emerytt. Quando nel 1821 Foscolo nelle sue lettere scrive di ''little Mary'' -sostiene Scotti- non parlerebbe di una figlia naturale, ma della ragazzina che la nonna gli aveva affidato' per educare e crescere, in cambio di un legato di 3mila sterline.

(Pam/Zn/Adnkronos)