DELL'UTRI: BERLUSCONI, IL VOTO CONTRO E' PREGIUDIZIO POLITICO
DELL'UTRI: BERLUSCONI, IL VOTO CONTRO E' PREGIUDIZIO POLITICO
ESTIRPARE CANCRO COLLUSIONE DS-MAGISTRATI

Venezia-Mestre, 23 mar. (Adnkronos) - I diessini sono favorevoli all'autorizzazine all'arresto per Marcello Dell'Utri ed il leader di Fi Silvio Berlusconi attacca 'a muso duro': ''se un partito decide di votare l'autorizzazione all'arresto lo fa solo per un pregiudizio politico e questo dimostrerebbe, in maniera inequivocabile, la collusione esistente fra quel partito e una branca della magistratura, che si confermerebbe braccio giudiziario e succursale giudiziario di quel partito politico: Pci-Pds-Ds''.

''Di fronte ad una situazione del genere, l'opposizione non potrebbe che prendere atto che questo partito si collocherebbe fuori dalla Costituzione e dalla democrazia -ammonisce il leader del Polo- con chi e' fuori dalla costituzione e dalla democrazia non c'e' modo di poter avere nessun rapporto di alcun tipo. Quindi, io non credo che si arrivera' a questo -auspica Berlusconi- ma se si dovesse arrivare queste sono le conseguenze'', spiega il leader di Fi sottolineando che cosi' non ci sarebbe alcuna possibilita' di accordo sui vari fronti, primo fra tutti il Quirinale.

''Il voto contro Dell'Utri sarebbe l'ultima prova definitiva, ineluttabile, insindacabile, incontrovertibile che c'e' questa collusione tra quel partito e i magistrati -stigmatizza ancora Berlusconi- che c'e' nella nostra democrazia un cancro che dobbiamo estirpare. Il fatto Dell'Utri assume una rilevanza importante nella vita democratica del nostro Paese''.

(Dac/As/Adnkronos)