INTERNET: E IL GIOCO 'UCCIDI IL FASCISTA' FINISCE IN TRIBUNALE
INTERNET: E IL GIOCO 'UCCIDI IL FASCISTA' FINISCE IN TRIBUNALE
BORGHEZIO DENUNCIA IL CENTRO SOCIALE 'PEDRO' DI PADOVA

Roma, 23 mar. (Adnkronos)- Finisce in Tribunale il gioco on line 'Scatafascio'. A presentare denuncia contro gli ideatori del passatempo che invita ad ''colpire i fascisti che appaiono sullo schermo'', il parlamentare della Lega Mario Borghezio. Lui stesso si e' ritrovato tra i 'bersagli' assieme a Silvio Berlusconi, Umberto Bossi, Teodoro Buontempo, Giancarlo Cito, Gianfranco Fini e Alessandra Mussolini.

Al termine del gioco, disponibile sul sito internet del centro sociale 'Pedro' di Padova, spiega Borghezio, ''oltre al punteggio raggiunto, vengono visualizzati i personaggi colpiti con le ferite ricevute grondanti di sangue''. Per questo, il deputato leghista ha denunciato gli autori del gioco alla Procura di Padova e ha presentato un'interpellanza al presidente del Consiglio e al ministro delle Comunicazioni.

Al governo, Borghezio chiede di ''intervenire urgentemente in sede amministrativa'' per ''impedire che attraverso Internet vengano veicolati in maniera libera e incontrollata'' giochi di questo tipo. Giochi, sottolinea, che ''rappresentano oggettivamente una vera e propria istigazione a 'colpire alla testa' determinati personaggi politici, in maniera non dissimile -conclude il deputato del Carroccio- dai metodi praticati negli anni di piombo dai terroristi e dai loro fiancheggiatori''.

(Sin/As/Adnkronos)