KOSOVO: SCOGNAMIGLIO, L'ITALIA E' PRONTA ALL'AZIONE (2)
KOSOVO: SCOGNAMIGLIO, L'ITALIA E' PRONTA ALL'AZIONE (2)

(Adnkronos) - Oltre a mettere a disposizione le basi aeree sul nostro territorio e un certo numero di velivoli militari italiani, il nostro paese mantiene in Macedonia circa 800 uomini che hanno preso parte alla missione 'Extraction force'. Un contingente, ha ricordato Scognamiglio, che aveva ''il compito di effettuare eventualmente misure di salvataggio nei confronti dei verificatori dell'Osce. Questa missione e' conclusa perche' fortunatamente tutti i verificatori sono rientrati alla base, quindi eventualmente le forze Nato in Macedonia potrebbero essere trasformate in una forza di interposizione sul tipo di quella che c'e' in Bosnia, ma questo solo a condizione che sia raggiunto un accordo tra le parti. In questo momento -ha aggiunto- quelle forze non hanno alcuna funzione di carattere deterrente o offensivo''.

Scognamiglio ha poi sostenuto che ''non sono rilevanti'' i rischi che si possono correre sul territorio nazionale in conseguenza di un eventuale attacco Nato alla Serbia. ''Non c'e' minaccia di attacco -ha rilevato= che non possa essere contrastata dalle difese di cui l'Italia e gli alleati dell'Italia dispongono''. Il ministro della Difesa ha poi ricordato la dichiarazione comune effettuata insieme ai colleghi inglese e francese ''nella quale invitiamo ancora una volta e per l'ultima volta Milosevic ad attenersi alle regole dettate dalla Comunita' internazionale chiarendo che non ci sono certamente divergenze nell'ambito della Nato e che l'alleanza atlantica, se Milosevic non accettera' di rispettare l'ultimatum, e' pronta a dare corso all'azione militare''.

(Mac/Pe/Adnkronos)