LEGGE SIMEONE: TORNA IN ITALIA EX NAR MORSELLO
LEGGE SIMEONE: TORNA IN ITALIA EX NAR MORSELLO
POTRANNO USUFRUIRNE ANCHE FUORIUSCITI ANNI DI PIOMBO

Roma, 23 mar. - (Adnkronos) - Torna dopodomani in Italia l'ex terrorista dei Nar Massimo Morsello. Condannato per banda armata e associazione sovversiva, Morsello, che ha oggi quarant'anni, non dovra' scontare in carcere la pena residua di tre anni grazie ai benefici concessi dalla legge Simeone. Dopodomani la Digos gli notifichera' il provvedimento di sospensione della pena sebbene egli rientri da Londra, dove nel frattempo ha ottenuto asilo politico, senza permesso e senza passaporto. Ad attenderlo a Fiumicino ci saranno Francesco Storace, Alberto Simeone e Sergio Cola di Alleanza Nazionale, Ernesto Caccavale di Forza Italia e l'avvocato Carlo Taormina.

Morsello, malato di tumore, dovra' continuare le cure a Bologna non potendo rientrare in Inghilterra perche' senza passaporto. ''Abbiamo gia' attivato le procedure per ottenerlo -afferma Paolo Giachini, dell'Associazione Uomo e LIberta', che si e' fatta garante dell'iniziativa di rientro in patria dell'ex terrorista-. ''In virtu' della legge 165 del 27/5/98, che prevede pene alternative al carcere per le condanne fino a quattro anni, si potranno riaprire i confini anche per altri fuoriusciti degli anni di piombo, molti dei quali vivono a Parigi. ''Teoricamente possono usufrirne tutti coloro che sono in esecuzione della pena, basta presentare la domanda -afferma Tommaso Mancini- difensore di Toni Negri. Anche il mio assistito ne avrebbe diritto ma non se ne ravvede necessita' essendo gia' affidato al lavoro esterno ed in attesa della semiliberta'''.

(Gdd/Pn/Adnkronos)