PRODI: P.SORGE, SOSPETTA L'INSISTENZA DI CHI LO VUOLE ALL'UE
PRODI: P.SORGE, SOSPETTA L'INSISTENZA DI CHI LO VUOLE ALL'UE
I GESUITI, VOGLIONO METTERE LE BRIGLIE ALL'ASINELLO?

Roma, 23 mar. (Adnkronos) - I gesuiti giudicano molto ''sospetta l'insistenza di chi vorrebbe promuovere Prodi alla presidenza della Commissione Europea''. A parlare della candidatura del Professore e del suo progetto politico e' padre Bartolomeo Sorge, direttore di ''Aggiornamenti Sociali'', il prestigioso mensile della Compagnia di Gesu' che analizzando la situazione politica si chiede se ''questo e' un modo elegante per sgombrare il campo e mettere le briglie all'Asinello dei Democratici''.

Padre Sorge che definisce il progetto politico che sta portando avanti Romano Prodi ''meritevole di apprezzamento e di sostegno'' ma solo se ''rimane cio' che dice di voler essere'', non esita poi a specificare che l'iniziativa dell'ex Premier ''non puo' che essere a termine. La lista dei Democratici, infatti, e' destinata ad esaurire il suo compito primario con le elezioni europee, e il 14 giugno l'Asinello -scrive padre Sorge in un editoriale che apparira' sul prossimo numero della rivista cattolica - dovra' pertanto rientrare nella stalla, per crescere ed irrobustirsi''. Solo cosi', afferma il gesuita, Prodi ''puo' giustamente affermare che non si mette fuori dal centro-sinistra, neppure nel caso prevedibile che la sua lista porti via non pochi voti ai partiti dell'attuale maggioranza. Solo a queste condizioni si porranno le basi dell'Ulivo Due e si potranno ricompattare tutte le forze omogenee di centro sinistra in vista della nuova legislatura''.

(Sin/As/Adnkronos)