SICUREZZA: DI PIETRO, NUOVE NORME SONO PIU' FUMO CHE ARROSTO
SICUREZZA: DI PIETRO, NUOVE NORME SONO PIU' FUMO CHE ARROSTO

Milano, 23 mar. (Adnkronos) - Per Antonio Di Pietro ''le nuove norme contro la criminalita' ''sembrano piu' fumo che arrosto''. Nella sua rubrica sul settimanale 'Oggi' il senatore del Mugello attacca duramente il pacchetto-sicurezza varato la settimana scorsa, soprattutto laddove prevede un'inasprimento delle pene per i reati minori.

''L'aumento delle sanzioni di per se' -scrive Di Pietro- non ha reale efficacia nella lotta al crimine e sembra avere piu' un effetto propagandistico a buon mercato. Il problema non e' l'entita' della pena indicata dal codice (che gia' adesso per il reato di furto va fino a dieci anni di carcere) ma la possibilita' di farla espiare...Il fronte su cui bisogna agire -prosegue- non e' tanto l'inasprimento della pena del codice quanto la riduzione della durata dei processi. Partendo dalla possibilita' di renderli esecutivi almeno dopo il secondo grado di giudizio''.

Infine il senatore descrive la sua ricetta anti-crimine: ''I problemi si risolvono con il controllo del territorio da parte delle forze dell'ordine, la celerita' nell'individuare i colpevoli e l'applicazione della giusta sanzione. Meglio una condanna di qualche mese scontata in carcere che una sentenza che arrivera' dopo una decina d'anni, quando non servira' piu' ne' a riabilitare il condannato ne' a proteggere la collettivita'''.

(Mil/Pe/Adnkronos)