PAPA: A S.PIETRO E NON AL LATERANO IL RITO LAVANDA DEI PIEDI
Standard Sfoglia
PAPA: A S.PIETRO E NON AL LATERANO IL RITO LAVANDA DEI PIEDI
TRA 12 ANZIANI SACERDOTI ANCHE VACCA CHE CAMBIO' NOME IN VARCA

Citta' del Vaticano, 1 apr. (Adnkronos) - Per la prima volta il rito pasquale della lavanda dei piedi e' avvenuto nella basilica di San Pietro e non in quella di San Giovanni in Laterano. La decisione di spostare la tradizionale cerimonia religiosa presieduta da Giovanni Paolo II, e' stata presa dai vertici vaticani a causa di alcuni lavori di restauro a cui da tempo e' sottoposta la basilica lateranense. Dodici gli anziani sacerdoti ai quali il pontefice ha lavato i piedi, secondo un rito che commemora l'Ultima Cena.

Quasi tutti i religiosi provenivano dalle file della 'burocrazia' d'Oltretevere: Cocchetti Orazio e' stato un ex cerimoniere pontificio ora in pensione, Eutizio Fanano e' stato rettore al Seminario romano, Jesus Irigoyen e' stato un ex direttore di 'Fides', Luigi Molinari ex monsignore della Casa Pontificia, Brunero Gherardini ex docente all'universita' del Laterano, Vittorino Canciani e' stato un noto predicatore missionario, Giuseppe Bordin ha lavorato per 20 anni all'Apsa, Walter Brandueller, Michele Basso e Fernandez Emanuel. Accando a questi monsignori ora in pensione, anche monsignor Pablo Colino, musicista e direttore di coro, apprezzato a livello internazionale e monsignor Raffaele Varca. Quest'ultimo, che ha lavorato a lungo in Segreteria di Stato, e' stato protagonista, agli inizi degli anni Settanta di un curioso episodio. Fu invitato 'caldamente' da Paolo VI in persona a modificare il suo cognome che inizialmente era Vacca. La decisione del monsignore di cambiare nome fu pero' contrastata dalla famiglia d'origine, una nobile e antica famiglia di Capri.

(Gia/Pe/Adnkronos)