TV: PAOLO BONOLIS, 'I BAMBINI ANTIDOTO ALLA GUERRA'
TV: PAOLO BONOLIS, 'I BAMBINI ANTIDOTO ALLA GUERRA'
'IL PUBBLICO HA VOGLIA DI DISINCASTRARE IL SUO PETER PAN'

Roma, 3 apr. - (Adnkronos) - I bambini come messaggio di serenita' e pace. Sara' stato forse anche per questo che 'Chi ha incastrato Peter Pan?', il nuovo programma condotto da Paolo Bonolis su Canale 5, e' riuscito a vincere ieri la serata degli ascolti con 5 milioni 683mila spettatori e il 24,93 per cento di share, superando persino il 'Rito della Via Crucis' trasmesso su Raiuno.

''Per natura i bambini sono una speranza -spiega Bonolis-. Forse e' stato anche per questo che il pubblico ha apprezzato il programma di ieri sera: in un momento difficile come questo che viviamo, con la guerra alle porte di casa, e' fondamentale non dimenticarsi che la vita puo' essere anche migliore e farlo attraverso i bambini e' un modo naturale. Loro sono i portatori sani della qualita' della vita che, una volta diventati adulti, potranno ricordarsi del loro Peter Pan o dimenticarlo del tutto. In mezzo a tante immagini di guerra, il bambino rappresenta una serata in famiglia, davanti al camino mentre fuori c'e' la burrasca. Forse ieri sera -afferma Bonolis- chi ha seguito il programma ha avuto voglia di disincastrare il proprio Peter Pan''.

Nessun commento sul fatto che il suo programma abbia ottenuto migliori ascolti del Rito della Via Crucis. ''Non sono cose che si possono comparare, nel modo piu' assoluto -spiega Bonolis-. Comunque credo che, anche attraverso i bambini, si puo' leggere il messaggio di pace e di serenita' che puo' dare la fede. Il bambino e' fonte di speranza come lo e' Dio''. Bonolis vive questa nuova gratificazione del pubblico senza trionfalismi: ''Ho una serena incoscienza che mi porta a provare avventure non facili sulla carta. Anche se il programma non fosse andato bene, non sarebbe stato un problema: non conosco un attore che nella sua carriera ha fatto solo film belli. A me -conclude Bonolis- piace provare cose nuove, non ho paura di mendicarmi un ascolto ripetendomi all'infinito''.

(Mag/Zn/Adnkronos)