MARTA RUSSO: B. ANGUISSOLA,NO A COLORITURE DI PARTE NEL COMITATO
MARTA RUSSO: B. ANGUISSOLA,NO A COLORITURE DI PARTE NEL COMITATO
L'ESPOSTO AL CSM NON E' CONTESTAZIONE A 'METODI GIACOBINI' DEI PM

Roma, 8 lug - (Adnkronos) - ''Nessuna coloritura di parte, in termini politici'', nel comitato per la difesa di Giovanni Scattone e Salvatore Ferraro. Lo precisa in una nota il professor Alberto Beretta Anguissola, secondo il quale, inoltre, ''l'esposto al Consiglio Superiore della Magistratura riguardante presunte irregolarita' che sarebbero state commesse dai Pubblici Ministeri del caso Marta Russo e' stato firmato da 375 persone e non 377. In particolare, tra i firmatari non figurano i deputati Nino Lo Presti e Alberto Simeone, dei quali e' comunque apprezzabile l'appoggio esterno dato all'iniziativa del Comitato''.

Quanto alla presunta coloritura politica del Comitato, il professor Beretta Anguissola spiega che ''i sottoscrittori possono essere riferiti alle piu' differenziate opzioni politiche e culturali, come risulta chiaro, ad esempio, dai nomi dei professori Benedetta Craveri, Alessandro Figa' Talamanca, Giovanni Sabbatucci. Infine, viene puntualizzato che ''l'esposto presentato dal Comitato ''non intende affatto porsi come momento di una acritica e pregiudiziale contestazione nei confronti dei metodi 'giacobini dei pm' in generale, come sembrerebbe invece risultare dalle dichiarazioni degli onorevoli citati''.

(Sin/Zn/Adnkronos)