GIUSTIZIA: CAROTTI, SFORZO APPREZZABILE DA GRUPPO LAVORO CSM
GIUSTIZIA: CAROTTI, SFORZO APPREZZABILE DA GRUPPO LAVORO CSM
PERCORRIBILE ESECUTIVITA' DOPO PRIMO GRADO PER PENE ALTERNATIVE

Roma, 12 ago. (Adnkronos) - Uno ''sforzo apprezzabile'' quello compiuto dal gruppo di lavoro misto Csm-ministero Giustizia-magistratura di sorveglianza sull'esecutivita' della pena. Ne e' convinto il responsabile Giustizia del Ppi, Pietro Carotti, che commenta positivamente alcune delle indicazioni emerse dall'attivita' della commissione. ''In particolare -osserva- la strada dell'esecutivita' della sentenza sin dal giudizio di primo grado appare percorribile e anche rapidamente con riferimento alle pene alternative carcere. A maggior ragione -prosegue l'esponente del Ppi- se conseguenti a un rito alternativo, che e' quanto privilegiato nella cosiddetta legge Carotti, all'esame del Senato in seconda lettura''. D'altra parte, rivendica, ''siamo stati proprio noi Popolari ad aprire alla possibilita' di applicare la pena gia' in sede di patteggiamento''.

Carotti invita comunque a ''riflettere su una piu' rapida effettivita' anche delle pene piu' gravi'', dal momento che ''non ci si deve tutelare solo dalla criminalita' minore''. ''Fermo restando -avverte- che il nodo fondamentale e' quello di accorciare i tempi dei processi''.

L'esponente Popolare ritiene poi ''condivisibile'' il principio del coinvolgimento della persona offesa nei casi di applicazione di misure alternative al carcere. A condizione, spiega, che ''il parere dell'offeso non sia considerato vincolante''. In questo caso, conclude Carotti, si rischierebbero ''ingiustificabili sperequazioni di trattamento''.

(Sin-Pec/Gs/Adnkronos)