NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO
NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO

Roma. Non ci sono due linee sulle riforme tra Veltroni e D'Alema. Anzi, ''le posizioni sono assolutamente convergenti'', assicura il leader dei Ds dopo aver incontrato il presidente del Consiglio a Palazzo Chigi. Ma riconosce tuttavia la diversita' dei ruoli rispetto al dialogo con l'opposizione. ''Lui e' il presidente del Consiglio e Berlusconi e' considerato anche dai partner del Polo il capo dell'opposizione -afferma Walter Veltroni- E' naturale che ci sia il dialogo. Io ho una posizione diversa. Il mio dialogo e' con tutti, ma dialogo meglio con le persone che hanno rispetto per gli altri''.

Roma. ''Vorrei capire come, dove e quando ho difeso Cuccia, quale sarebbe il conflitto tra il presidente onorario di Mediobanca e l'Avvocato Agnelli e che cosa avrebbe fatto il governo per prendere parte a questo conflitto. Lei dovrebbe spiegarmi il senso della sua domanda, comunque se si riferisce ad interpretazioni sono tutte sciocchezze''. Cosi' Massimo D'Alema ha risposto ad un giornalista che, a margine di un convegno sull'informatica gli chiede ''perche' si e' schierato con il presidente onorario di Mediobanca dando adito cosi' a possibili conflitti di interesse tra governo e poteri forti''. Le interpretazioni parlavano di una difesa di Cuccia e di un conseguente allontamento de Giovanni Agnelli.

Roma. Spot elettorali vietati o gratis per tutti. E' la lina delle ''pari opportunita''' per le forze politiche in campagna elettorale che Walter Veltroni conferma al termine del colloquio con Massimo D'Alema a Palazzo Chigi, dicendosi disponibile a modifiche al ddl del governo solo nel senso di garantire, a certe condizioni di garanzia sugli orari di trasmissione, spot gratuiti anche sulle reti private. ''Noi siamo pronti -dice il leader dei Ds- ma non so se Fedele Confalonieri sara' d'accordo''.

Roma. L'eventuale collocamento di un 15-18% di Enel non determinera' alcuna variazione nel calendario delle altre privatizzazioni. E' quanto ha sottolineato il sottosegretario al Tesoro Roberto Pinza. ''Non verra' rinviato nulla. Ormai -ha detto Pinza- le privatizzazioni di Autostrade, Adr e Mediocredito hanno dei loro schemi predeterminati, anche cronologici che andranno avanti senza nessun ritardo''.

Milano. Altra mattinata incerta per Piazza Affari che ondeggia tra il segno + e il segno - e che a meta' seduta va peggio delle altre piazze europee che sembrano aver imboccato la direzione positiva. Pesa ancora l'incertezza sulle prossime mosse della Fed e suggerisce cautela. Questo l'andamento degli indici al giro di boa: Mibtel +0,12% a 23.956, Mib 30 -0,03% a 34.239.

Roma. Per Autostrade spa sono giunte sei offerte preliminari, mentre per Aeroporti di Roma ci sono state 16 manifestazioni di interesse. Le cifre sulle operazioni preliminari in vista della privatizzazione delle due societa' sono state rese note dal consiglio di amministrazione dell'Iri. (segue)

(Sin-Xio/Pn/Adnkronos)