TIMOR EST: L'ONU MANTIENE PERSONALE RIDOTTO
TIMOR EST: L'ONU MANTIENE PERSONALE RIDOTTO

New York, 9 set. - (Adnkronos/Dpa) - Le Nazioni Unite manterranno personale ridotto sull'isola di Timor Est, mentre il governo indonesiano sta cercando di riprendere il controllo della situazione. Lo ha annunciato il segretario genrale dell'Onu, Kofi Annan, confermando che nel capoluogo dell'isola Dili regna una relativa calma: ''Forse il giorno piu' calmo che abbiano mai avuto'', da quando il 30 agosto scorso, al termine del referendum sull'indipendenza, le milizie filo-indonesiane hanno messo la citta' a ferro e fuoco. ''Ho gia' detto che ilpersonale dell'Onu deve lasciare Dili, ma lasceremo comunque un ufficio aperto -ha proseguito Annan- anche perche' le condizioni di sicurezza non sono poi cambiate ed il tempo messo a dispozione al governo indonesiano per riportare l'ordine e Timor Est non puo' essere indeterminato''.

Parlando in una conferenza stampa al Palazzo di Vetro a New York, l'ambasciatore indonesiano presso l'Onu, Makarim Wibisono, ha riferito che le condizioni di sicurezza a Timor Est sono migliorate e che non vi sono stati scontri o attacchi, se non sporadici ed isolati, per la presenza di un nuovo comando militare a Dili. Nel capoluogo di Timor Est sono state ripristinate le comunicazioni internazionali e la linea elettrica ed il compound dell'Onu ha potuto ricevere nuovi rifornimenti di generi alimentari. Wibisono ha riferito inoltre che il governo di Giacarta ha chiesto all'Onu piu' tempo per permettere ai soldati di riportare l'ordine sull'isola.

(Ses-Tao/Pn/Adnkronos)