TIMOR EST: MARTELLI, E' IL SUICIDIO DELL'ONU
TIMOR EST: MARTELLI, E' IL SUICIDIO DELL'ONU

Roma, 9 set. - (Adnkronos) - Il sottosegretario agli Esteri Valentino Martelli denuncia l'atteggiamento ''suicida'' assunto dalle Nazioni Unite nella crisi di Timor Est. ''Se la comunita' internazionale e l'Onu hanno deciso di suicidarsi, basta che continuino su questa strada -ha dichiarato all'Adnkronos il senatore Martelli, fautore di un intervento militare immediato a Dili- In Iraq, Ruanda, Bosnia e Kosovo l'Onu ha dimostrato la sua incapacita' di assolvere alle funzioni pacifiche di intervento umanitario per le quali esiste e costa una marea di quattrini. E questa tendenza al rinvio delle decisioni su Timor Est, mentre migliaia di innocenti vengono trucidati, non e' certo un buon segno, un'indicazione di volersi risvegliare ed assumere le proprie funzioni e responsabilita'''.

''Perche' quindi dobbiamo continuare a mantenere questo immenso edificio vuoto?'', si chiede Martelli riferendosi al Palazzo di Vetro di New York. Il sottosegretario agli Esteri non risparmia dalle critiche neanche il segretario generale dell'Onu Kofi Annan: ''in certe posizioni bisogna dimostrare di avere gli attributi, altrimenti e' meglio rinunciarvi''. Non basta la sola diplomazia, bisogna anche saper portare la comunita' internazionale ad agire. ''Fa male sentire parlare di diritti umani ed accettare l'inutilita' di questa istituzione famosissima che permette che avvengano genocidi in tutto il mondo -conclude Martelli riferendosi all'Onu- Ormai si sta affermando la tendenza che, se e quando si interviene, lo si fa per gruppi regionali''.

(Nul/Zn/Adnkronos)