RAI: ''PRIX ITALIA 1999'' - 51^ EDIZIONE (3)
RAI: ''PRIX ITALIA 1999'' - 51^ EDIZIONE (3)

(Adnkronos) - Un Prix Italia in sintonia con le esigenze del nuovo sistema dei media elettronici e dei nuovi mercati audiovisivi.

Tutto questo non poteva non riflettersi sull'impostazione e sul ruolo che il Prix Italia - prestigiosa istituzione della Rai che compie 51 anni - deve a mio giudizio avere nei confronti dell'azienda che lo esprime, del nuovo contesto radiotelevisivo internazionale e del mercato che va formandosi globalmente e localmente.

Leggendo il Programma dell'edizione 1999 del Prix Italia - elaborato con la consulenza scientifico-culturale del prof. Paolo Fabbri - si comprendera' come si sia cercato di coniugare la tradizione di eccellenza del concorso con il progredire delle nuove tecnologie della convergenza telematica (il Premio Web, ad esempio), con le esigenze di alcuni settori trainanti della produzione (la fiction, in particolare), con un concetto piu' globale di qualita' che include non solo i singoli programmi ma anche la strategia complessiva dell'offerta (a questo risponde il confronto tra i palinsesti dei grandi servizi pubblici europei). Senza ovviamente dimenticare alcuni aspetti etico-professionali (tra cui in primo piano il contributo dell'informazione radiotelevisiva nelle guerre e, soprattutto, nella pace) ed estetico-produttivi (come la rappresentazione dell'arte nei media elettronici).

Il confronto della qualita' con il mercato risalta anche da una nuova iniziativa che il Segretariato del Prix Italia ha avviato da quest'anno attraverso la collaborazione con TV Files, una societa' internazionale con sedi a Roma, New York e Los Angeles. Su un innovativo canale satellitare, TV Files Carousel - collegato con network pubblici e privati soprattutto europei, per facilitare la visione esclusiva di programmi acquistabili - tutti i programmi che partecipano al concorso televisivo del Prix Italia sono gia' dal giugno scorso visibili negli uffici di circa 60 responsabili di acquisto di enti televisivi come Bbc, France Television, Zdf, Canal Plus, Rai, Mediaset, etc.: un'audience attenta e specializzata che puo' scoprire nuovi programmi, nuovi format, nuovi talenti e offrire loro un mercato. (segue)

(Com/Zn/Adnkronos)