CANALE 5: TORNA LA 'PREMIATA DITTA' CHE VENDE FORMAT ALL'ESTERO
CANALE 5: TORNA LA 'PREMIATA DITTA' CHE VENDE FORMAT ALL'ESTERO
DA DOMANI 20 NUOVI EPISODI DI ''FINCHE' C'E' DITTA...''

Roma, 17 set. - (Adnkronos) - Torna domani su Canale 5 l'umorismo surreale della Premiata Ditta, il cui successo sta varcando i confini nazionali. Roberto Ciufoli, Francesca Draghetti, Tiziana Foschi e Pino Insegno, dopo il successo ottenuto nella scorsa stagione (24-25 per cento di share in seconda serata, circa il 20 nelle repliche del primo pomeriggio) hanno realizzato la seconda serie di ''Finche' c'e' ditta c'e' speranza'': 20 episodi da 24 minuti, in onda il sabato alle 13.40 sulla rete ammiraglia Mediaset. E nel frattempo le loro gag sopra le righe hanno incuriosito i network stranieri, tanto che ''Finche' c'e' ditta...'', scritto interamente dai quattro attori, sta per essere venduto come format in Spagna e in America Latina. ''Una bella soddisfazione: dopo 19 anni che lavoriamo insieme, e' grandioso avere ancora delle cose da dire a questi livelli'', spiega Pino Insegno.

Anche nella nuova serie alle sei location in cui si svolgono tutti gli episodi (l'albergo, l'aereo, la spiaggia, il supermercato, la questura e l'ospedale) corrisponde un'enormita' di personaggi, tutti rigorosamente interpretati dall'inseparabile quartetto. Non manchera' qualche cameo di 'guest star' del mondo dello spettacolo e dello sport, da Giorgio Chinaglia a Tiberio Timperi. ''Ma la chiave di volta -sottolinea Insegno- resta il fatto che in ogni episodio, che dura una ventina di minuti, ci sono dai 15 ai 20 personaggi, per un totale di 3-400 personaggi interpretati nelle 8 ore girate quest'estate. Alla fine dei tre mesi di riprese abbiamo dovuto mandare sarti e truccatori in comunita' per disintossicarsi. Abbiamo usato 2-300 parrucche e circa 2000 costumi. Una bella faticaccia, ma ne e' valsa la pena, visto che i risultati si cominciano a vedere anche fuori dall'Italia. Con Gori e Costanzo decidemmo di puntare ad un prodotto non troppo provinciale, senza 'romanizzare' o italianizzare troppo gli sketch. E devo dire che l'intuizione dei due direttori fu giusta...''

La seconda serie e' diretta, come la prima, da Bruno Nappi e prodotta dalla Mastrofilm: ''So che non fa notizia -ironizza Insegno- ma il clima sul set era di grande collaborazione tra tutti. Mai una litigata. Un'atmosfera alla Walt Disney...''

(Nex/Pn/Adnkronos)