DS: D'ALEMA, VELTRONI? DISCORSO DI FORTE RILANCIO COALIZIONE
DS: D'ALEMA, VELTRONI? DISCORSO DI FORTE RILANCIO COALIZIONE

Modena, 25 set. (Adnkronos) - ''E' stato un discorso forte e appassionato. Credo che di questo ci sia stata una testimonianza visiva. E' un discorso che rilancia con molta forza la funzione della sinistra democratica, del governo e la funzione unitaria dell'impegno per ricostruire lo spirito vincente dell'Ulivo e del centro sinistra''. Il presidente del consiglio Massimo D'Alema condivide a pieno il contenuto dell'intervento con il quale il segretario dei Ds Walter Veltroni ha chiuso la festa dell'Unita' di Modena. D'Alema approva anche la proposta, rinnovata da Veltroni, di dar vita a gruppi parlamentari unitari del centro sinistra. ''Certo che sono d'accordo -replica il presidente del consiglio- anche io nei giorni scorsi ho parlato dell'esigenza di andare alle elezioni sotto un simbolo unico''.

''Questo, nel maggioritario -aggiunge- e' anche una banalita'. Ma siccome noi pensiamo che anche quel sistema proporzionale, presente nella legge elettorale, con la lista dei partiti, debba essere abrogato come propone il referendum, il simbolo unico alle elezioni non e' in contrasto con un pluralismo di correnti ideali culturali e di partito''. D'Alema ha poi ricordato l'azione positiva del governo da lui presieduto e la voglia di riscossa della destra. ''Siamo in un momento di battaglia politica e sociale. Non c'e' dubbio che c'e', o megli ci sarebbe, la volonta' di ottenere una rivincita da parte della destra. Pero' io penso che gli italiani, in questi anni, abbiano misurato la capacita' del centro sinistra di essere una guida sicura, di saper cambiare le cose, di saper garantire i cittadini''.

''Io -prosegue- ho fiducia che questa offensiva della destra potra' essere battuta''. I dati economici stanno migliorando. ''Nel secondo trimestre abbiamo avuto una ripresa dello 0,4% in Italia, dello 0,6% in Francia, dello 0,5 in Gran Bretagna e un po' meno in Germania. Siamo al passo con i grandi paesi europei, malgrado stiamo pagando piu' di altri il prezzo alto della guerra in Kossovo. Ma la cosa piu' importante e' che tra aprile e luglio i posti di lavoro siano cresciuti di 84 mila unita', 1500 posti in piu' ogni due giorni. Io lo considero un grande risultato''.

(Ruf/Pe/Adnkronos)