FEDERALISMO FISCALE: I SINDACI AL GOVERNO, OCCORRE PIU' AUTONOMIA
FEDERALISMO FISCALE: I SINDACI AL GOVERNO, OCCORRE PIU' AUTONOMIA

Napoli, 25 set. (Adnkronos) - Maggiori poteri in materia di privatizzazione e l'attuazione del federalismo fiscale sono le principali richieste che emergeranno in un successivo confronto tra i sindaci della grandi citta' italiane, che oggi si sono incontrati a Napoli, e il governo. Tra gli argomenti che gli amministratori locali porranno all'attenzione del presidente del consiglio il 29 settembre verra' affrontato quello sugli aspetti della finanziaria. ''E' la prima volta che in questa finanziaria non ci sono dei tagli -ha detto Enzo Bianco, sindaco di Catania e presidente dell'Anci- ma cosi' com'e' la finanziaria non ci soddisfa ancora''.

La piu' grande preoccupazione dei sindaci riguarda il federalismo fiscale ''di cui ci sono soltanto timidi accenni'', afferma Enzo Bianco. ''In materia di catasto e di demanio, ad esempio -aggiunge Bianco- lo Stato ha ingenti possedimenti che potrebbero invece essere utilizzati dai Comuni''. Anche il sindaco di Milano Gabriele Albertini e' del parere che sulle dismissioni patrimoniali e sulle privatizzazioni le amministrazioni locali dovrebbero avere meno vincoli. ''Noi non abbiamo le funzioni e i poteri che il governo ha potuto sviluppare in tema di dismissioni patrimoniali e di privatizzazioni in piena autonomia dal vincolo parlamentare che ha solo la funzione di parere consultivo''.

Troppi vincoli, invece, lamentano i sindaci, riguardano i comuni e i consigli comunali sulla medesima materia. ''Chiediamo -ha continuato Albertini- di essere messi nelle stesse condizioni del governo in tema di privatizzazioni e in materia di dismissioni e che tra consigli comunali e giunte vi sia lo stesso rapporto che intercorre tra il Parlamento e il Governo nazionale''.

(Sia/As/Adnkronos)