MAGGIORANZA: MINNITI, ANNESSIONI NO VISIONE UNITARIA SI'
MAGGIORANZA: MINNITI, ANNESSIONI NO VISIONE UNITARIA SI'
SFIDA REGIONALI, EVITARE CHE 'RICCHEZZA' DIVENTI DEBOLEZZA

Roma, 25 set. (Adnkronos) - All'interno della coalizione di governo, le forze di centro hanno un'importanza che nessuno ha mai messo in discussione. Nessuno ipotizza annessioni o azzeramenti. Ma il problema dell'''eccessiva frammentazione'' c'e' e va affrontato. E' tranquillizzante, il messaggio che Marco Minniti rivolge alla platea di palazzo Altemps, dove il Moe di Gianguido Folloni ha riunito esponenti centristi della maggioranza.

Il sottosegretario diessino alla presidenza del Consiglio afferma che ''la coalizione di centro-sinistra si fonda su contributi diversi e nessuno pensa che questi contributi non debbano essere adeguatamente rappresentati e sottolineati''. Tuttavia, Minniti segnala ''l'esigenza di sviluppare una visione unitaria del centro-sinistra''.

Si tratta, quindi, di ''due esigenze'' che ''non sono contrapposte'': vanno considerate ''insieme''. Dal voto europeo, ricorda ancora l'esponente del governo, e' uscito il dato inconfutabile dell'''eccessiva frammentazione'' del centro-sinistra. ''La ricchezza di contributi'' presente nell'alleanza e' fattore importante, ma non si deve correre il rischio che questa ''ricchezza'' si tramuti in ''debolezza''. E la prima ''sfida'' per dimostrare al Paese la ricchezza ma anche la coesione del centro-sinistra sono le regionali.

(Rgg/Pe/Adnkronos)