NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE (2) - L'ESTERO
NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE (2) - L'ESTERO

Los Angeles. Una scossa di terremoto di forte intensita' ha sorpreso questa notte gli abitanti dell'area metropolitana di Los Angeles, svegliandoli alle tre del mattino, ora locale. La scossa, che e' durata circa 15 secondi, ha raggiunto i sette gradi della scala Richter. L'epicentro del terremoto e' stato localizzato dai sismologi del California Institute of Technology 56 chilometri a nord di Joshua Tree. Le prime testimonianze raccolte dall'emittente televisiva americana CNN descrivono la scossa come ''la piu' forte mai sentita''' nella regione. Almeno due scosse di assestamento hanno fatto immediatamente seguito al primo intenso tremore. Per il momento non sono ancora pervenute informazioni di danni o vittime. Un abitante di Sherman Oaks, una cittadina nella zona colpita dal sisma di stamane ha definito la scossa principale come ''un delicato rollio durato 30-40 secondi''. Un treno e' deragliato in seguito alla prima scossa di terremoto che ha colpito la regione di Los Angeles. Per il resto sembra che le scosse non abbiano provocato danni significativi nei centri a maggiore densita' di popolazione, come Los Angeles e Orange County, dove non e' neanche saltata la luce. Le scosse pero' sono state registrate dalla popolazione anche in Arizona.

Islamabad. Regna l'incertezza in Pakistan, dove i militari golpisti che hanno assunto il potere martedi' scorso sembrano esitare sul da farsi. All'indomani del suo incontro al Quartier generale congiunto (Ghq) di Rawalpindi con l'ambasciatore americano William Milam, latore di una lettera del presidente Bill Clinton nel quale si minacciano sanzioni se la democrazia non sara' ripristinata in tempi brevi in Pakistan, il nuovo ''uomo forte'' pakistano, il generale Pervez Musharaf, ha rinviato a data da definire il suo discorso programmatico alla nazione, atteso per oggi. Dopo Milam, Musharaf aveva incontrato anche l'ambasciatore del Giappone, uno dei principali Paesi donatori del Pakistan, Minoru Kubota, al quale il generale pakistano avrebbe garantito la sua disponibilita' a firmare il Trattato Ctbt sulla messa al bando dei test nucleari e ad impostare una politica di buon vicinato con l'India.

Giacarta. Dopo due giorni di violenti scontri di piazza fra polizia e manifestanti anti-regime che hanno provocato 170 feriti e 73 arresti, oggi e' tornata una relativa calma a Giacarta. Ma all'interno dell'Assemblea nazionale consultiva, i cui 700 membri mercoledi' dovranno eleggere il nuovo presidente indonesiano, crescono le critiche e l'opposizione al discorso con cui due giorni fa il presidente B.J. Habibie ha difeso il 16 mesi di governo e si e' candidato ad un nuovo mandato. Finora quattro partiti su undici hanno ufficialmente bocciato discorso e candidatura: lo stesso partito di Habibie, che aveva confermato con riserva l'appoggio alla sua candidatura, il Golkar, ha espresso dubbi e critiche sull'operato del presidente, entrato in carica non con un'elezione ma dopo le dimissioni forzate di Suharto nel maggio 1998.

Teheran. Un cittadino iraniano e' stato condannato da un tribunale del paese ad essere accecato perche' colpevole di aver fatto ''il palo'' durante un triplice omicidio. Lo riferisce oggi il quotidiano 'Azad': tre persone sono state condannate a morte, scrive il giornale, in relazione allo stesso episodio con l'accusa di aver ucciso tre camionisti, il quarto ad essere accecato per il suo coinvolgimento indiretto nel triplice omicidio. La condanna si basa su un decreto emesso nel 1980 da l'Ayatollah Ruhollah Khomeini.

Kiev. La centrale nucleare di Cernobyl, teatro nel 1986 del piu' grave incidente atomico nella storia, rimarra' operativa almeno fino all'estate del 2000. Lo ha deciso il governo ucraino senza pero' precisare se entro la fine del prossimo anno sara' chiuso anche il terzo reattore, l'ultimo ancora in funzione, come era stato garantito alla Comunita' internazionale. (segue)

(Sin/Zn/Adnkronos)