NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO
NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO

Roma. Tiene sempre banco, sul fronte politico, la questione della commissione d'inchiesta sul Kgb guidata da Cossiga. ''Personalmente non ho riserve sul nome di Cossiga, perche' credo sia una persona corretta -ha detto D'Alema da Tampere, al vertice Ue-. Dal mio punto di vista non presenta ragioni per cui non sarebbe una garanzia. Ma so bene che non spetta a me scegliere il presidente della commissione''. E mentre il segretario del Ppi, Castagnetti, sostiene che ''non ha senso istituire una commissione di questo genere a maggioranza'', Buttiglione si dice dubbioso perche', ha affermato il segretario del Cdu, Cossiga ha ''un atteggiamento troppo facile nei confronti di Cossutta''. Dal Polo, il capogruppo di Forza Italia alla Camera Giuseppe Pisanu manda a dire: si' alla commissione a patto che ''abbia tempo sufficiente a disposizione e che possa indagare a tutto campo sui rapporti Pcus-Pci''.

Torino. Gianfranco Fini ha scelto San Salvario, quartiere noto alle cronache per i numerosi episodi di criminalita', per celebrare anche a Torino il mese della sicurezza. ''Non c'e' alcun contrasto con altre iniziative che sul tema della sicurezza si svolgono e che sono organizzate dai nostri alleati, come il 'Security day' promosso da Forza Italia -ha chiarito Fini-. Con Berlusconi e Casini abbiamo concordato nei giorni scorsi di dar vita a numerose iniziative, ognuno con il proprio simbolo, e poi, al termine di questa mobilitazione, di presentare in Parlamento pdl di tutto il Polo''.

Roma. ''Revisionismo? Questo non e' revisionismo. Questa e' furia iconoclasta, e' abbattimento di una cultura''. Fausto Bertinotti attacca il segretario dei Ds Walter Veltroni per l'articolo pubblicato oggi sulla 'Stampa' in cui il leader dei Ds ha sostenuto, tra l'altro, l'incompatibilita' tra comunismo e liberta'. ''Faccio a Veltroni una domanda: ma perche' si e' iscritto al Pci?'', ha detto il segretario del Prc parlando di ''ricostruzione totalmente dimentica della storia del paese. Veltroni non sa che i braccianti prima e gli operai poi, tanti intellettuali di questo paese, quelli che hanno costruito il Pci, e che Pasolini ha chiamato 'un paese nel paese', sono stati tanta parte del processo di democratizzazione e civilizzazione''. (segue)

(Sin/Pe/Adnkronos)