KGB: MANCA (FI), RIVEDERE TEMPI E MODI ATTIVITA' COMM. STRAGI
KGB: MANCA (FI), RIVEDERE TEMPI E MODI ATTIVITA' COMM. STRAGI
TRE DIRETTRICI DI INDAGINE - CASO MORO, USTICA, STRAGE DI BRESCIA

Roma, 16 ott. (Adnkronos) - E' ''urgente'' rivedere ''tempi e modalita''' dell'attivita' della commissione Stragi. La sollecitazione viene dal vicepresidente dell'organismo di San Macuto, Vincenzo Manca (Fi), che indica le ''tre urgenti direttrici d'indagine'' da seguire nelle prossime settimane. A cominciare dalle ''numerose, gravi questioni sollevata dal dossier Mitrokhin'' che ''investono anche e soprattutto l'operato della commissione Stragi, in relazione alla vicenda Moro e all'attivita' dei servizi segreti sovietici e cecoslovacchi in quell'occasione''.

Secondo Manca, sono anche ''maturi i tempi perche' la stessa commissione prenda in esame la relazione di minoranza sul caso Ustica, presentata circa quattro mesi fa''. Cosi' come ''l'indagine aperta dalla procura di Brescia a carico di Pino Rauti, segretario del Movimento Sociale Fiamma Tricolore, con l'imputazione del concorso in strage, esige una nuova presa in considerazione della vicenda di Piazza della Loggia''.

''Ma perche' il lavoro della Commissione possa svolgersi in tempi rapidi appare oggi necessario -sostiene il vicepresidente- rivedere il regolamento parlamentare, che subordina il lavoro della Commissione al lavoro dell'Aula e delle Commissioni permanenti. E' necessario, infatti, prevedere per la commissione Stragi una sorta di deroga che permetta di riunirsi con frequenza quasi quotidiana e dare, quindi, rinnovato slancio alla propria attivita' secondo le attese della pubblica opinione e dello stesso Parlamento''. (segue)

(Sin-Pec/As/Adnkronos)