KGB: VELTRONI, DAL POLO SOLO POLITICA STRUMENTALE
KGB: VELTRONI, DAL POLO SOLO POLITICA STRUMENTALE
BISOGNA RECUPERARE DUREZZA NEI CONFRONTI DELLA DESTRA

Padova, 16 ott. (Adnkronos) - La vicenda del dossier Mitrokhin ''va affrontata con grande serenita'''. ''Il paradosso -osserva Walter Veltroni- e' che oggi e' piu' in difficolta' la destra di noi: sono arrivate queste carte in piu' volte, quando poi sono state trasmesse alla magistratura. Noi abbiamo deciso di pubblicare i nomi. Poi si e' chiesta la commissione di inchiesta: benissimo. Si indaghi, non sono certo io ad essere o sembrare preoccupato per l'indagine della commissione che dovra' pero' avere chiaro il tema: il dossier Mitrokhin. Non, come voleva Fi, che da li' si sarebbe passati anche a Tangentopoli. Sono cose decisamente diverse. Adesso che hanno capito che facciamo sul serio, hanno cambiato idea, non vogliono piu' fare la commissione. Cio' dimostra che quella era solo un'arma propagandistica e Berlusconi voleva la solita cagnara''.

E cosi', ''se io fossi come loro oggi alla notizia dell'iscrizione sul libro degli indagati per la strage di Piazza della Loggia di Pino Rauti, per le affermazioni di un pentito, andrei a chiedere dove stava Pino Rauti: nell'Msi e chi stava con lui nel Msi. Finirebbe tutto in una grande confusione. Questa e' l'assurdita' della posizione della destra. Una posizione permanentemente strumentale''. Allora, bisogna, ''recuperare la durezza nei confronti della destra, dobbiamo rimarcare con chiarezza le differenze ideali e di comportamenti politici che ci separano dalla destra''. (segue)

(Dac/Pe/Adnkronos)