VELTRONI: BERTINOTTI, FURIA ICONOCLASTA ABBATTE CULTURA
VELTRONI: BERTINOTTI, FURIA ICONOCLASTA ABBATTE CULTURA
MA PERCHE' SI E' ISCRITTO AL PCI?

Roma, 16 ott. (Adnkronos) - ''Revisionismo? Questo non e' revisionismo. Questa e' furia iconoclasta, e' abbattimento di una cultura''. Fausto Bertinotti attacca il segretario dei Ds Walter Veltroni, per l'articolo pubblicato oggi sulla ''Stampa' e per quanto affermato nel corso di un convegno a Gubbio. Il segretario di Rifondazione comunista, in testa al corteo che il suo partito ha organizzato oggi a Roma contro la politica economica e sociale del governo D'Alema, non risparmia parole dure nei confronti del leader di Botteghe Oscure. Al quale avanza una serie di polemici interrogativi.

''Faccio a Veltroni una domanda: ma perche' si e' iscritto al Pci? In ogni caso, queste argomentazioni cosi' liquidatorie lasciano alcune domande senza risposta. Come e' che si e' sconfitto il nazismo nel mondo? Come mai si e' sconfitto il fascismo in Italia? Non lo si e' sconfitto sulla base di una alleanza tra democratici e comunisti? Ma se i comunisti erano questo -chiede ancora Bertinotti- perche' ci si e' alleati con loro?''.

Comunque, per il leader del Prc, quella di Veltroni e' ''una ricostruzione totalmente dimentica della storia del paese. Veltroni non sa che i braccianti prima e gli operai poi, tanti intellettuali di questo paese, quelli che hanno costruito il Pci, e che Pasolini ha chiamato 'un paese nel paese', sono stati tanta parte del processo di democratizzazione e civilizzazione. Ci sono persone -prosegue Bertinotti- che sono entrate in questa storia povere e analfabete. E che sono uscite, grazie a questa storia, intellettuali e protagonisti''.

(Rgg/Pe/Adnkronos)