CINEMA: TOTO' MASSONE, LA GRAN LOGGIA D'ITALIA LO COMMEMORA
CINEMA: TOTO' MASSONE, LA GRAN LOGGIA D'ITALIA LO COMMEMORA

Roma, 22 ott. (Adnkronos) - La Gran Loggia d'Italia degli Antichi Liberi Accettati Muratori, Obbedienza di Piazza del Gesu' Palazzo Vitelleschi, ha ricordato, con una solenne Tornata Funebre officiata dal Sovrano Gran Commendatore Gran Maestro, Franco Franchi, la figura di Antonio De Curtis, in arte Toto'. La cerimonia, svoltasi mercoledi' scorso presso il Tempio Nazionale, a Roma, ha visto la partecipazione dei parenti piu' stretti di Toto', tra cui la figlia Liliana, ammessi eccezionalmente ad assistere ad una Tornata Massonica la cui orazione funebre e' stata pronunciata dall'avvocato Paolo Ciannella, Delegato Magistrale della Regione Campania.

Toto', iniziato alla Massoneria nel 1944 dalla Loggia Palingenesi dell'Obbedienza di Piazza del Gesu', fu egli stesso Fondatore e Maestro Venerabile della Loggia 'Ars et labor', arrivando a conseguire nel Rito Scozzese il 30esimo grado (il massimo e' il 33esimo). La Gran Loggia d'Italia ha inoltre deciso di donare al museo che Napoli ha intitolato a Toto' una targa in ottone che ricordi la sua appartenenza alla Massoneria. Come altri attori, riuniti nella Loggia Gustavo Modena (dl nome di un attore dell'800), Toto' aveva aderito alla Massoneria e partecipava attivamente alle riunioni impegnandosi soprattutto in attivita' di beneficenza e di aiuto a persone dello spettacolo cadute in disgrazia. Tra gli altri iscritti alla Massoneria, Gino Cervi, Paolo Stoppa, Checco Durante, Carlo Dapporto, Tito Schipa e Ettore Petrolini.

(Mag/Gs/Adnkronos)