KOSOVO: '2.000 CIVILI UCCISI NEI RAID NATO'
KOSOVO: '2.000 CIVILI UCCISI NEI RAID NATO'

Belgrado, 12 gen. - (Adnkronos/Dpa) - Circa 2.000 civili jugoslavi sarebbero rimasti uccisi tra marzo e giugno dello scorso anno nelle undici settimane di bombardamenti della Nato durante la crisi del Kosovo. Lo ha dichiarato all'agenzia belgradese ''Beta'' il generale Vladimir Lazarevic, capo di Stato Maggiore della III Armata dell'Esercito federale jugoslavo (Vj), lo stesso che qualche giorno fa aveva fornito un bilancio di 524 caduti per le perdite subite dai militari serbi in un'intervista al giornale del Vj ''Vojska''.

(Nul/Rs/Adnkronos)