TIBET: SPETTA AL LAMA KARMAPA DECIDERE SULL'ASILO POLITICO (2)
TIBET: SPETTA AL LAMA KARMAPA DECIDERE SULL'ASILO POLITICO (2)

(Adnkronos/Dpa) - Garantire asilo politico al lama Karmapa violerebbe i ''cinque principi della pacifica coesistenza'' che sono alla base delle relazioni bilaterali tra Cina ed India, ha fatto sapere Pechino. Ed in risposta il sottosegretario agli Esteri indiano, Ajit Panja, ha dichiarato che Nuova Delhi predera' una decisione sull'asilo nel rispetto dei cinque principi conosciuto in lingua indu' come i ''Panchsheel''.

Intanto gli Stati Uniti hanno alzato la voce accusando la Cina di essere la responsabile, con la pesante repressione nei confronti delle religioni, della fuga del lama Karmapa. Gli Stati Uniti hanno inoltre chiesto nuovamente a Pechino di avviare un dialogo con il Dalai Lama, leader spirituale e temporale tibetano.

Il quotidiano indiano ''Times of India'', citando fonti dell'ambasciata cinese a Nuova Delhi, ha riferito che il giovane monaco non subira' alcuna restrizione o punizione se decidesse di tornare a Lhasa. Un funzionario dell'ambasciata, che ha voluto mantenere l'anonimato, ha affermato che data ''la giovane eta' il monaco e' stato influenzato negativamente da qualche 'elemento cattivo' vicino a lui che gli ha consigliato erroneamente di fuggire''.

(Ses-Tao/Pe/Adnkronos)