USA 2000: LEADER RELIGIOSI, BASTA PARLARE DI FEDE
USA 2000: LEADER RELIGIOSI, BASTA PARLARE DI FEDE
CHIESTA MORATORIA NELLA CAMPAGNA ELETTORALE

Washington, 12 gen. - (Adnkronos/Washington Post) - Basta con la retorica religiosa da parte dei candidati presidenziali. La ''moratoria'' e' stata chiesta da 100 leader religiosi americani di diverse confessioni, fra i quali il vescovo Hurst Adams della Chiesta metodista episcopale africana e il rabbino David Sapperstein del Centro d'azione religiosa per la riforma del giudaismo, irritati dalla frequenza con cui i candidati fanno professione di fede. Praticamente tutti i candidati, tranne Bill Bradley, si sono dichiarati ''born again cristian'', cristiani rinati.

''Non abbiamo bisogno di un convertito o di un fedele - ha detto il reverendo Johnny Ray Youngblood - abbiamo bisogno di un presidente che abbia la chiarezza e la forza di affrontare quello che noi crediamo sia il problema piu' cruciale dei nostri tempi, l'esistenza di un grande gruppo di lavoratori poveri in mezzo all'opulenza''.

(Nut/Pn/Adnkronos)