GENERALI-INA: MONTI, ATTENZIONE A PRESENZE AMBIGUE NEL CDA
GENERALI-INA: MONTI, ATTENZIONE A PRESENZE AMBIGUE NEL CDA
ELIMINARE INTERLOCKING DIRECTORSHIPS

Milano, 14 gen. (Adnkronos) - ''Una decisione che dovrebbe tracciare la strada per incanalare le future concentrazioni europee in campo assicurativo''. Cosi' Mario Monti commenta il via libera dell'Ue all'integrazione tra Generali e Ina, mentre mette in guardia, con una intervista a Il Sole, sulla presenza di 'legami ambigui'' nel cda. ''Ritengo particolarmente importante tra gli impegni assunti dalle parti l'eliminazione degli interlocking directorships, cioe' di quei legami personali che avrebbero potuto influenzare il comportamento delle imprese sul mercato''.

''Le presenze incrociate di membri dei consigli d'amministrazione possono presentare un carattere di ambiguita' e quindi influenzare i comportamenti delle imprese al di fuori delle indicazioni che provengono dai mercati -argomenta Monti-. Negli Stati Uniti c'e' una legge che lo proibisce. Penso per esempio alla rete di interrelazioni che alcuni istituti sono in grado di creare attraverso la nomina di propri esponenti in cda di aziende concorrenti: cosi' si acuiscono conoscenze privilegiate e si contribuisce a cruciali decisioni''.

(Red-Bdp/Gs/Adnkronos)