MPS: PICCINI, FACCIA ROTTA SU FONDIARIA NO A BNL
MPS: PICCINI, FACCIA ROTTA SU FONDIARIA NO A BNL

Roma, 14 gen. - (Adnkronos) - Altola' del sindaco di Siena, Pierluigi Piccini, all'ipotesi di una intesa tra Banca Mps e Bnl. Alla vigilia della riunione della Fondazione Mps che, lunedi', potrebbe iniziare a discutere di una ipotesi di accordo con Bnl o, in alternativa, la possibilita' di acquisire il 6% di Fondiaria che le Generali dovranno vendere, Piccini prende posizione: meglio impegnarsi per l'acquisto di Fondiaria ed entrare cosi' a pieno titolo nel mercato assicurativo, come, d'altra parte, gia' deciso nel piano strategico della Fondazione.

''La fondazione -dice il sindaco cui compete la nomina di quattro consiglieri (deputati) su otto membri della deputazione amministratrice- non deve scegliere, perche' ha gia' scelto: il piano strategico approvato a suo tempo prevedeva l'acquisto della Banca Regionale Europea, della Banca del Salento e di Fondiaria. L'affare Bre e' saltato, quello della Banca del Salento si e' chiuso positivamente e ora c'e' la possibilita' di Fondiaria''.

Una opportunita', secondo Piccini, da prendere al volo anche perche' ''rientra perfettamente nei piani e, oltrettutto, rappresenta il vero rafforzamento in funzione dell'Italia centrale'', aggiunge il sindaco sottolineando il legame con il territorio.

''La strategia del polo aggregante implica l'acquisizione di soggetti fortemente radicati sul territorio e ad alta redditivita'. E Bnl non ha queste caratteristiche'', dice ancora Piccini, puntualizzando che l'acquisto di Fondiaria non porterebbe la Fondazione a ridimensionare la propria quota di possesso nella banca, scendendo al di sotto del 51%. Un limite, posto dal comune di Siena come invalicabile, che invece potrebbe essere 'violato' se il Monte facesse rotta verso la Bnl.

(Kat/Zn/Adnkronos)