UE: COSTO LAVORO E RETRIBUZIONI, IN ITALIA GLI AUMENTI PIU' BASSI
UE: COSTO LAVORO E RETRIBUZIONI, IN ITALIA GLI AUMENTI PIU' BASSI

Bruxelles, 14 gen. - (Adnkronos) - E' l'Italia il Paese comunitario con la piu' bassa crescita del costo del lavoro e delle retribuzioni. Nel terzo trimestre del '99 (luglio-settembre) l'aumento del costo del lavoro orario e' stato pari allo 0,5%, contro il +2,2% dei paesi della 'zona euro' e il +2,7% della Ue dei quindici. Quanto alle retribuzioni le buste paga in Italia sono aumentate dell'1%, il minor incremento in assoluto. Si va infatti dal +1% dell'Italia al 2,6% della Germania per arrivare al top, 3,2% della Finlandia. E' quanto riferisce Eurostat, l'ufficio statistico della Ue.

Nella 'graduatoria' relativa all'aumento del costo del lavoro, l'Italia precede la Svezia (+1,9%) e Spagna (+2,2%), mentre spettano a Danimarca (+4%) e Regno Unito (+5%) i maggiori aumenti.

Anche nel comparto industriale, in particolare, l'aumento del costo del lavoro piu' ridotto si registra in Italia (+1,1%) che nel resto della zona euro (+2,2% in media). Le punte piu' alte si sono avute in Danimarca (+3,6%), Austria (+3,5%) e Regno Unito (+3,4%).

(Mcc/Rs/Adnkronos)