CUBA: ALL'AVANA 100 MILA MADRI MARCIANO PER ELIAN (2)
CUBA: ALL'AVANA 100 MILA MADRI MARCIANO PER ELIAN (2)

(Adnkronos) - Ad attendere Elian sono anche i nonni paterni e materni: la madre di Elisabet Broton, la mamma di Elian, ha detto che sua figlia ''non riposera''' in pace fino a quando suo figlio non sara' tornato a casa. Ed a proposito della madre scomparsa, uno dei due adulti sopravvissuti al naufragio ha raccontato, ad una radio di Miami, gli ultimi drammatici momenti, su come la donna aveva coperto il piccolo con la sua giacca e dato a lui la sua acqua da bere. ''Noi tutti lottavano per salvarci, ma lei voleva solo salvare suo figlio'' ha detto Nivald Fernandez Ferran.

Ma la risoluzione della battaglia di Elian, non appare dipendere solo da questioni legali ma anche politiche, dal momento che e' appena iniziato l'anno in cui si votera' per la Casa Bianca e per il rinnovo del Congresso. E, mentre Bill Clinton, pur non esprimendosi in prima persona, continua ad appoggiare le decisioni della sua amministrazione di rinviare il piccolo dal padre, il vice presidente Al Gore, e principale candidato democratico alla Casa Bianca, ha detto che deve essere un tribunale e non i funzionari dell'immigrazione a decidere il destino di un bimbo ''la cui mamma e' morta per dare al figlio la liberta'''.

Gore infatti sa bene che in Florida dovra' affrontare a marzo le primarie e poi, con tutta probabilita', a novembre le presidenziali contro George W. Bush, il cui fratello Jeb, governatore della Florida, e' schierato, come tutti i repubblicani dello stato dove il voto cubano diventa sempre piu' cruciale, con i parenti di Miami di Elian.

(Ses-Nut/Rs/Adnkronos)