OCALAN: NUOVE PROTESTE FAMILIARI DELLE VITTIME DEL PKK
OCALAN: NUOVE PROTESTE FAMILIARI DELLE VITTIME DEL PKK

Ankara, 14 gen. - (Adnkronos/Dpa) - Continuano le proteste dei parenti dei soldati uccisi dai guerriglieri del Partito dei lavoratori curdi (Pkk) per la sospensione dell'esecuzione di Abdullah Ocalan. Decine di persone sono scese di nuovo oggi in piazza nella principali citta' turche, invocando le dimissioni del governo di Bulent Ecevit e urlando ''Impiccate Ocalan''. A Istanbul, i manifestanti, bloccati mentre tentavano di marciare verso il centro della citta', si sono diretti presso la sede del Partito della sinistra democratica del premier.

Ad Ankara, i ''familiari dei martiri'' hanno rivolto la loro rabbia contro il Partito del movimento nazionalista (Mhp), in un primo tempo il piu' accanito nel chiedere l'impiccagione di Ocalan, salvo, due giorni fa, accordarsi con gli altri partiti al governo per far sospendere l'esecuzione. A Balikeshir, i manifestanti hanno deposto corone di fiori davanti agli uffici dei tre partiti della coalizione di governo.

I ''familiari dei martiri'' chiedono che il leader curdo venga impiccato al piu' presto possibile per la sua responsabilita' nella morte di oltre 32mila persone nella guerra tra Pkk ed esercito turco che per 15 anni ha insanguinato il Paese.

(Pap/Rs/Adnkronos)