UE: ''MEDIOCRE'' IL BILANCIO DI PRODI, DIE PRESSE
UE: ''MEDIOCRE'' IL BILANCIO DI PRODI, DIE PRESSE
UN PASSO FALSO L'INVITO A GHEDDAFI

Vienna/Bruxelles, 14 gen. (Adnkronos) - E' finita da tempo la ''luna di miele'' tra il nuovo Presidente della Commissione europea Romano Prodi e l'ambiente europeo di Bruxelles. Prodi e' ora sotto pressione, Prodi e' sempre piu' oggetto di critiche: questo in sostanza il tenore di una corrispondenza da Bruxelles che appare oggi sull'austriaca ''Die Presse''.

Prendendo spunto dall'invito di Prodi al Colonnello libico Cheddafi, e dalle circostanze in cui e' maturata la decisione, ''Die Presse'' cita veri rappresentanti diplomatici che hanno classificato l'invito come, nel migliore dei casi, ''impulsivo'', e nel peggiore come ''poco diplomatico''. Il passo falso e' dovuto, secondo le stesse fonti, al fatto che Prodi ''sembra comportarsi come un Primo Ministro, e non come il capo di un'amministrazione''.

Il bilancio di Prodi in questi primi mesi di lavoro viene giudicato ''mediocre'': ha fallito nel tentativo di organizzare una vasta conferenza governativa e ha dovuto accettare una versione annacquata della nuova polizia europea preposta al controllo del settore alimentare.

''L'ondata di entusiasmo che aveva accompagnato l'arrivo a Bruxelles di Romano Prodi si e' alquanto affievolita'', scrive il giornale, secondo cui ''perfino all'interno del Partito popolare europeo si cominciano a intendere commenti negativi, soprattutto riguardo alle proposte di legislazione, dove 'si sta facendo poco o niente'''.

(Nsp/Gs/Adnkronos)