GIUSTIZIA: BORRELLI, FATTO POCO CONTRO CORRUZIONE
GIUSTIZIA: BORRELLI, FATTO POCO CONTRO CORRUZIONE

Milano, 15 gen. - (Adnkronos) - ''Poco o nulla e' stato fatto sul piano amministrativo per prevenire i fenomeni di corruzione''. Lo ha affermato il procuratore generale di Milano, Francesco Saverio Borrelli, durante la relazione per l'inaugurazione dell'Anno giudiziario 2000 del capoluogo lombardo.

''La campagna per l'educazione al rispetto della legalita' non puo' rimanere utilmente affidata alla sola magistratura, come sembra accadere in Italia proprio nel momento in cui in sede europea e mondiale, dove l'azione di questa magistratura ha ricevuto eco amplissima e ammirati consensi, vanno moltiplicandosi le iniziative interne e internazionali per fare barriera contro la dilagante corruttela''.

''La volubilita' di un paese ormai stanco di prediche sulla legalita', dove pubblici funzionari e magari militari vengono mantenuti in servizio nonostante condanne per disonesta', dove le denunce penali e le campagne denigratorie contro magistrati ritenuti incomodi sono all'ordine del giorno. Questa singolare volubilita' -ha aggiunto Borrelli- spinge verso paradossali riabilitazioni, verso soluzioni di cosiddetta pacificazione, verso approdi di normalizzazione, quasi che la legge possa riappacificarsi con il proprio contrario, quasi che la relazione oppositiva tra la prima e la cosiddetta seconda Repubblica significhi anche che si sia varcato un fossato e si cammini ormai nel dominio dell'onesta'''. (segue)

(Dra/Pn/Adnkronos)