VATICANO: IN SCENA UN'OPERA LIRICA A SAN PAOLO (2)
VATICANO: IN SCENA UN'OPERA LIRICA A SAN PAOLO (2)

(Adnkronos) - ''Questo dramma sacro di rara e difficile esecuzione -ha spiegato Enrico Castiglione in una intervista all'Adnkronos- unisce danza, recitazione e musica. Proprio da 'Rappresentatione di anima et di corpo' si fa risalire l'inizio della musica lirica come la conosciamo. La lirica, quindi, nasce in ambito ecclesiastico con lo scopo di portare all'attenzione i temi principali del cristianesimo, in questo caso l'importanza di far trionfare sulla vita dell'uomo, fatta di piaceri e razionalita', la parte spirituale necessaria per la salvezza eterna. Un contrasto tra anima e corpo, appunto, che termina con il trionfo dell'anima''.

La struttura orchestrale scelta per la messa in scena nella basilica di San Paolo e' tipica della musica del Seicento: ''e' quindi composta da viole, liuto, flauto dolce e bombarda. In tutto -ha aggiunto Castiglione- saranno 25 gli strumentisti impegnati assieme ad un coro di 16 persone, ad un soprano (Anima) e ad un baritono (Corpo) e due attori (Prudenzio e Avveduto)''. I costumi scelti sono semplici e simbolici. Cecilia Gasdia sara' vestita con una tunica bianca, le anime dannate di rosso, le anime beate del coro avranno tuniche dorate, ricche di gemme preziose, a testimoniare il piacere terreno. Alla fine queste, pero', verranno via via spogliate dagli orpelli e sotto rimarranno con un calzamaglia nera, simbolo dello scheletro umano. Il palco, di colore bianco, sara', invece, circolare come il mondo. ''E' la prima volta che viene portato in scena un melodramma in una basilica -ha aggiunto Castiglione- ma tutto e' stato fatto tutto con grande equilibrio, garbo e buon gusto''.

(Gia/Pn/Adnkronos)