ERBORISTERIA: UNA LEGGE MIGLIORABILE? MERCOLEDI' DIBATTITO A ROMA
ERBORISTERIA: UNA LEGGE MIGLIORABILE? MERCOLEDI' DIBATTITO A ROMA
ORGANIZZATO DALLA FNOMCEO E DALL'ADNKRONOS SALUTE

Roma, 17 gen. (Adnkronos) - La legge sulla regolamentazione del settore erboristico, gia' approvata dalla Camera ed ora passata all'esame del Senato, non presenta secondo la medicina ufficiale sufficienti elementi di chiarezza. Ad esempio nella prima stesura sarebbero contenuti una serie di pericoli connessi con la vendita nelle erboristerie di prodotti a base di erbe medicinali che in qualche modo possono vantare effetti terapeutici. Infatti nella legge non e' espressa quella doverosa distinzione tra erboristeria e fitoterapia. Per suggerire alcune modifiche al testo di legge, la Federazione degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO) ha organizzato il seminario ''Erbe e salute: una legge per il 2000'', in collaborazione con l'agenzia di informazione scientifica Adnkronos Salute. Ai lavori, il 19 gennaio ore 10 presso il Collegio Capranica a Roma, parteciperanno medici, farmacisti e farmacologi, alla presenza del Sottosegretario alla Sanita' Antonino Mangiacavallo, del presidente della FNOMCeO Aldo Pagni, di numerosi parlamentari medici, giornalisti scientifici e rappresentanti di associazioni di categoria.

La normativa ferma al Senato non distingue -informa un comunicato- i prodotti di erboristeria da quelli contenenti una certa quantita' di sostanze farmacologicamente attive, che in quanto tali devono essere vendute sotto il diretto controllo del farmacista o del medico. E proprio per definire le quantita' di sostanze contenute nei preparati e le modalita' di vendita, si dovrebbe rivedere la legge sul settore erboristico prima che passi l'esame del Senato con troppa leggerezza. ''Sarebbe il caso -afferma Aldo Pagni, presidente della Federazione degli Ordini dei Medici- che il Parlamento evitasse ai medici una ulteriore complicazione all'espletamento del nostro compito di assicurare la tutela della salute dei cittadini''.

(Com-Ges/Gs/Adnkronos)