PRIVACY: GARANTE, GESTORE ARCHIVIO NON E' TENUTO A FORNIRE DETTAGLI
PRIVACY: GARANTE, GESTORE ARCHIVIO NON E' TENUTO A FORNIRE DETTAGLI
INFONDATO RICORSO DI UNA DIPENDENTE CONTRO LA SUA EX SOCIETA'

Roma, 17 gen. -(Adnkronos)- L'Autorita' garante per la protezione dei dati personali ha ritenuto infondato il ricorso di una dipendente che aveva chiesto alla societa' per la quale lavorava il rilascio del curriculum personale integrale, con i dettagli delle mansioni effettivamente espletate. Poiche' la societa' si era limitata a rilasciare una dichiarazione contenente un semplice elenco delle sedi di destinazione della dipendente, senza indicare mansioni e funzioni svolte, l'interessata aveva presentato ricorso al Garante.

Il Garante ha stabilito che non si puo' far riferimento alla legge sulla privacy nei casi in cui si intenda ottenere dichiarazioni o documenti che la societa' dovrebbe redigere appositamente per l'interessato. Quest'ultimo, insomma, puo' chiedere alla banca dati di confermare l'esistenza di dati che lo riguardano, ma non puo' chiedere la creazione di appositi documenti secondo particolari caratteristiche. La richiesta di accesso ai dati non comporta infatti per il gestore dell'archivio l'obbligo di elaborarli, organizzarli e trasmetterli secondo criteri fissati dal richiedente.

(Pun/Rs/Adnkronos)