REGIONALI: BADALONI CONTRO TG1 PER IL SERVIZIO SU STORACE
REGIONALI: BADALONI CONTRO TG1 PER IL SERVIZIO SU STORACE
''PER LUI SPAZIO PRIVILEGIATO RISPETTO AGLI ALTRI CANDIDATI''

Roma, 17 gen. (Adnkronos) - Il presidente della Regione Lazio Piero Badaloni attacca il Tg1 per il servizio che ieri sera, nell'edizione serale, ha dedicato al suo principale avversario elettorale Francesco Storace, candidato del Polo alle regionali per il Lazio. Spiega Badaloni: ''Ieri, il Tg1 delle 20 ha dato uno spazio intero, autonomo, comprensivo di intervista, al lancio della candidatura di Storace alle regionali. Credo che la direzione del Tg1 sia consapevole che i candidati principali a questa 'corsa elettorale' sono 30, non c'e' solo quello del Polo nel Lazio; visto che il Tg1 ragiona giustamente in termini nazionali, mi auguro e mi aspetto che faccia altri 29 servizi, della stessa durata, con la stessa attenzione e lo stesso spazio di prima serata su tutti gli altri candidati, sia del centrodestra che del centrosinistra''.

Altrimenti? ''Altrimenti - risponde Badaloni - saro' legittimato a pensare che il candidato Francesco Storace ha uno spazio privilegiato rispetto a tutti gli altri, perche' e' raccomandato dal Francesco Storace presidente della commissione parlamentare di vigilanza sulla Rai. E sarei anche autorizzato a pensare che la mitica imparzialita' del Tg1 sia venuta meno, forse per il timore di ricevere le critiche della commissione. Eccesso di zelo? Mettiamola pure in questi termini... Resta che quel servizio smentisce in modo clamoroso la sistematica tattica di presunta discriminazione che Storace sta portando avanti rispetto all'informazione del servizio pubblico. Un episodio che mi ha amareggiato in modo particolare perche' arriva proprio dal Tg1, la testata dalla quale provengo''.

Per Badaloni, ''e' una cosa scandalosa. Storace ha lanciato la sua candidatura ieri e ha avuto uno spazio sul tg nazionale delle 20. Ricordo ai colleghi del Tg1 che la mia candidatura e' stata lanciata il 13 dicembre, in una convention al teatro Eliseo, senza avere l'onore di un servizio nell'edizione principale della maggiore testata del servizio pubblico radiotelevisivo. Come la mettiamo?''. (segue)

(Bon/Gs/Adnkronos)