SCUOLA: GENITORI E DOCENTI ALLL'ATTACCO SU SFRATTO 'BRAMANTE'
SCUOLA: GENITORI E DOCENTI ALLL'ATTACCO SU SFRATTO 'BRAMANTE'
LETTERA APERTA A BERLINGUER, RIPORTI IMPARZIALITA'

Roma, 17 gen. (Adnkronos) - Il coordinamento dei genitori e il Consiglio d'Istituto della scuola media 'Bramante', nel quartiere Aurelio di Roma, ha scritto una lettera al ministro della Pubblica Istruzione Luigi Berlinguer per lanciare l'allarme sul rischio di sfratto dalle aule e dai laboratori degli studenti. I ragazzi dovranno trasferirsi nelle aule di una scuola elementare, la 'Manetti' in virtu' della decisione presa dal Tar del Lazio, che ha accolto il ricorso presentato dal liceo 'Seneca', che divide alcuni locali con la media: una convivenza definita ''cannibalismo edilizio' dall'agguerrito coordinamento, che non e' avaro di nomi e cognomi nella lettera al ministro, lasciando intendere una vera e propria 'telenovela' dietro le decisioni di spostamento in questo o quell'istituto.

Al centro delle accuse lanciate da genitori e docenti del 'Bramante' e' Livia Barberio Corsetti Gava, consigliere di Stato per la Pubblica istruzione, il cui marito, l'avvocato Roberto Gava, e' presidente del Consiglio d'istituto del liceo 'Seneca' e ''patrocinatore -si legge- del ricorso al Tar''. Nella lettera si ipotizza, dopo aver sottolineato che i figli della coppia sono al Seneca, il ''conflitto d'interessi'' sulla materia; non e' esente da accuse anche il vicepresidente della Provincia di Roma, Gianfranco Bafundi, ''la cui figlia -si legge nella lettera- e' alunna del Seneca''. Nella lettera si invita il ministro a farsi arbitro imparziale della vicenda e ad intervenire: ''noi siamo ottimisti e ostinati'', concludono genitori e docenti del 'Bramante'. Lo sgombero, che porterebbe fuori del distretto scolastico gli alunni della media, dovrebbe avvenire tra meno di 20 giorni.

(Sec-Bem/Pe/Adnkronos)