NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE (2) - L'ESTERO
NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE (2) - L'ESTERO

Beirut. Omar Ghalayeni, membro di un gruppo fondamentalista islamico libanese, e' stato ucciso in una strada di Beirut vicino all'albergo Commodore, nel settore ovest, da un uomo che gli ha sparato un colpo di pistola con il silenziatore e poi e' fuggito. Secondo fonti della sicurezza Ghalayeni apparteneva al gruppo sunnita Al Ahbash, che all'inizio di questo mese ha sostenuto l'esercito nella campagna di repressione di una fazione rivale nella quale sono rimasti uccisi 30 islamici e 11 soldati.

Washington. Gli Stati Uniti sono pronti ad aiutare palestinesi e israeliani a rimettere in moto il dialogo che dovrebbe portare entro il prossimo mese, la data stabilita era il 13 febbraio, ad un accordo quadro sullo status finale. Lo ha annunciato il portavoce di Madeleine Albright, James Rubin, alla vigilia dell'incontro che ci sara' questa mattina a Washington tra Yasser Arafat e il segretario di stato americano. Nel pomeriggio il leader palestinese sara' ricevuto da Bill Clinton alla Casa Bianca.

Mosca. Misterioso omicidio a Vladivostock, nell'estremo est della Russia. Quattro uomini d'affari cinesi sono stati ammazzati con un colpo di arma da fuoco sparata alla nuca. I loro corpi sono stati scoperti dalla polizia nel garage di un ex kolkoz. Lo riferisce la agenzia Interfax.

Teheran. L'uomo d'affari tedesco, Helmut Hofer, condannato a morte per aver avuto una relazione sessuale con una donna iraniana -sentenza questa poi convertita in una multa e nell'obbligo di rimanere nel paese- sara' nuovamente processato oggi.

Vienna. La pioggia di rivelazioni sul caso Kohl e i conti neri della Cdu ha fatto passare temporaneamente in secondo piano un altro scandalo, vale a dire quello dei favori reciproci tra esponenti politici tedeschi e la ''Westdeutsche LandesBank'' (WestLB). A riportarlo alla ribalta e' bastata la prima udienza della commissione d'inchiesta del Parlamento della Rheinland-Westfalia, che da mercoledi' indaga sulla gestione dei jet della banca, prestati gratuitamente a vari politici. Nella rete delle indagini e' rimasto impigliato anche il presidente federale Johannes Rau, socialdemocratico e ex primo ministro regionale a Dusseldorf: malgrado le sue smentite, una dirigente della compagnia aerea privata presso la quale la WestLB noleggiava i jet ha confermato ieri, con accuse precise e dettagliate, che Rau era spesso ospite dei voli privati.

Pechino. Tredici condanne a morte sono state eseguite nella citta' di Guangzhou, nella Cina meridionale, per reati di rapina, omicidio, traffico di droga. Lo ha riferito la stampa cinese precisando che tra i condannati vi erano sette membri di una banda di rapinatori che in un mese hanno rubato beni per un valore di 30mila yuan (3.623 dollari) ed ucciso due persone e ferito una terza. Altri tre sono stati giustiziati per aver ucciso 12 persone e rubato le loro automobili per un valore di un milione di yuan (120mila dollari) tra il marzo del 1992 e luglio 1998. E ancora Deng Tangguang, e' stato giustiziato per aver ucciso il fidanzato dell'ex moglie e Liu Tiemin e Gu Wenhui per traffico di droga. (segue)

(Sin-Bis/Gs/Adnkronos)