CONI: CANETTI (DS), SAGGIA LA MELANDRI
CONI: CANETTI (DS), SAGGIA LA MELANDRI

Roma, 20 gen. - (Adnkronos) - ''Larga parte dello sport italiano vive un momento finanziario molto difficile. Tutte le discipline sportive, eccettuata una pate del calcio, soffrono della pesante caduta delle entrate del Totocalcio e degli altri concorsi sportivi, escluso il Totoscommesse (che pero' non e' sufficiente a sopperire il mancato gettito delle altre lotterie).

''Una parte del calcio, -die Nedo Canetti, responsabile gruppo sport Ds- gia' ricca, gode dei diritti tv e salva cosi' i bilanci de puo' permettersi campagne acquisto miliardarie. La ministra Giovanna Melandri ha proposto che il 5% di queste entrate sia devoluto, appunto, alle altre discipline.

''Ci pare una proposta saggia ed equilibrata. In alternativa, il calcio di alto livello potrebbe rinunciare alla parte che riceve dal Coni sugli incassi del Totocalcio e degli altri concorsi che potrebbero cosi' essere dirottati verso gli altri sport. Sarebbe una forma di solidarieta' che, vista la situazione e considerate le difficolta' del Coni, ci pare dovuta.

(Spr-Flo/Rs/Adnkronos)